Progetto Ustica Alpha 0.2.2

Progetto Ustica ritorna con la Versione Alpha 0.2.2, realizzata con l’aiuto di nuovi collaboratori come Simone Dosi di Bolopix e Andrea Bechini di Reddoll Games.
  • QUesta versione supporta, oltre a Oculus Rift, anche il visore HTC Vive.
  • Sono presenti nove oggetti da raccogliere e osservare, alla ricerca di indizi sulla vicenda.
  • Alcuni di questi oggetti hanno nascosti sulla loro superficie dei pezzi di puzzle che, una volta individuati, danno accesso a delle illustrazioni su alcune delle vicende legate alla strage. Per ora le illustrazioni sono due (divise in tre livelli) sulle undici che contiamo di produrre per il goco completo.
  • Siamo al lavoro sulle schede di approfondimento legate alle illustrazioni con gli studenti di Bottega Finzioni. Nella prossima versione del gioco inseriremo anche quelle.
  • Abbiamo inoltre ottimizzato le prestazioni del gioco e risolto alcuni bug.
 Scarica GRATUITAMENTE la versione ALPHA 0.2.2 di Progetto Ustica

Versione Windows: SCARICA
Versione MAC: SCARICA

PUIMG06

Il gioco continua a far parlare di sé: lo abbiamo presentato a due eventi internazionali dedicati al documentario interattivo (Visions du Réel in Svizzera e Capalbio Cinema) ottenendo molto interesse dal pubblico e dagli addetti ai lavori.

Se volete contribuire potete donare sul C/C:

IT69I0538702598000002392019
BPER, Via Massarenti 228, 40138, Bologna

Intestato a:
Associazione GAME-S
Via Sant’Isaia 3/2
40123 Bologna
CF: 91385290373

Noi stiamo proseguendo con il lavoro sugli F104 di Naldini e Nutarelli, sul peschereccio che assiste alla scena dal mare, sullo scontro nei cieli fra gli aerei militari coinvolti, sulle comunicazioni fra il pilota del DC9 e le torri di controllo, le comunicazioni fra i centri radar militari, una nuova colonna sonora e molte altre cose.

wip-023

Vi ricordiamo che tutto il materiale creato sarà organizzato in un DVD didattico donato all’Associazione parenti delle vittime della strage di Ustica per la diffusione nelle scuole italiane e sarà proposto agli insegnanti delle scuole medie inferiori e superiori in versioni diverse e adattate al differente pubblico.

Il vostro feedback è importantissimo per noi, commentate il prototipo su Facebook o scrivendo a progettoustica@gmail.com, risponderemo a tutti e terremo conto di tutte le vostre osservazioni.

Grazie.

Progetto Ustica Versione Alpha 0.1

Eccoci finalmente, dopo molte peripezie e tanto lavoro, con il primo prototipo giocabile per voi.
Questa Versione Alpha 0.1 di Progetto Ustica contiene solo una parte del gioco completo in cui:
  • è possibile esplorare l’interno e l’esterno del DC9, interagendo con diversi oggetti significativi.
  • C’è un assaggio del funzionamento del gioco completo, in cui dovrete trovare oggetti nascosti nei vari ambienti per accedere a nuove informazioni o a nuovi punti di vista sulla vicenda.
  • Potete osservare il grande lavoro fatto sull’illuminazione, sulla rappresentazione del cielo e del terreno.
  • Nello scenario, oltre al DC9, sono presenti un MiG23 libico e un oggetto volante non identificato.
  • Potete provare una versione provvisoria della nostra ricostruzione del momento in cui il DC9 è stato abbattuto.
  • Il gioco supporta la realtà virtuale (Oculus Rift)

L’obiettivo in questa versione è trovare sette oggetti speciali nascosti nei vari ambienti visitabili. L’interazione per ora è limitata a questo e all’esplorazione dello scenario, solo un assaggio dell’esperienza completa di Progetto Ustica.

Screenshot (47)

Per questo motivo la campagna di crowdfunding su Produzioni dal Basso continua. Grazie a chi di voi a contribuito e a chi di voi deciderà di farlo nelle prossime settimane. Noi stiamo proseguendo con il lavoro ampliando lo scenario con nuovi e più dettagliati contenuti: gli F104 di Naldini e Nutarelli, un peschereccio che assiste alla scena dal mare, lo scontro nei cieli fra gli aerei militari coinvolti, le comunicazioni fra il pilota del DC9 e le torri di controllo, le comunicazioni fra i centri radar militari, una nuova colonna sonora e molte altre cose.

Per farlo abbiamo ancora bisogno del vostro aiuto, per pagare dignitosamente i professionisti al lavoro da quasi otto mesi e per permettere loro di dedicare più tempo al progetto.

Vi ricordiamo che il gioco sarà gratuito e che tutto il materiale creato sarà organizzato in un DVD didattico donato all’Associazione parenti delle vittime della strage di Ustica per la diffusione nelle scuole italiane e sarà proposto agli insegnanti delle scuole medie inferiori e superiori in versioni diverse e adattate al differente pubblico.

Screenshot (48)

D’accordo con la stessa Associazione Parenti delle vittime della strage di Ustica, il nostro scenario si basa su ipotesi verosimili contenute nell’Istruttoria Priore e nella perizia di parte civile Algostino–Pent–Vadacchino del 1999 (Vedi la ricostruzione della rottura del DC9 e della presenza militare nei cieli quella notte).

Il nostro non è un videogame d’inchiesta, non abbiamo l’obiettivo di scoprire nuove verità o di risolvere i misteri ancora irrisolti legati alla tragedia di Ustica, non tentiamo di produrre una simulazione scientifica a scopo di ricerca e nemmeno vogliamo puntare l’attenzione sul lutto, profondamente privato, di chi in quella tragedia ha perso degli affetti.

Il nostro obiettivo è ‘fare memoria’, far si che l’evento sia scoperto e ricordato da chi non lo conosce, perché la ricerca dei colpevoli non si interrompa.

Screenshot (45)

 

Inserendo il vostro nome e il vostro indirizzo e-mail nella homepage del nostro sito o qui sotto, avrete la possibilità di scaricare e di provare la versione Alpha 0.1 di Progetto Ustica.

Richiedi la versione Alpha0.1 di Progetto Ustica

* campi necessari
E-mail *

Nome
Cognome

//s3.amazonaws.com/downloads.mailchimp.com/js/mc-validate.js//

Il vostro feedback è importantissimo per noi, commentate il prototipo su Facebook o scrivendo a progettoustica@gmail.com, risponderemo a tutti e terremo conto di tutte le vostre osservazioni.

Grazie.

Lo stato del prototipo #2

Dopo diverse settimane di lavoro e grazie all’aiuto di due nuovi membri del team, Fabrizio Zagaglia e Simone Dosi, siamo finalmente vicini alla pubblicazione della versione Alpha 0.1 di Progetto Ustica, ovvero del primo prototipo giocabile.

In questa versione, che conterrà solo una parte del gioco completo:

  • sarà possibile esplorare l’interno e l’esterno del DC9, interagendo con diversi oggetti significativi.
  • Ci sarà un assaggio del funzionamento del gioco completo, in cui dovrete trovare oggetti nascosti nei vari ambienti per accedere a nuove informazioni o a nuovi punti di vista sulla vicenda.
  • Vedrete il grande lavoro fatto sull’illuminazione, sulla rappresentazione del cielo e del terreno.
  • Nello scenario, oltre al DC9, saranno presenti un MiG23 libico e un oggetto volante non identificato.
  • Potrete provare una versione provvisoria del momento in cui il DC9 è abbattuto.

D’accordo con l’Associazione Parenti delle vittime della strage di Ustica, il nostro scenario si basa su due punti fermi:

  • il DC9 è stato abbattuto dall’onda d’urto di un missile militare aria-aria lanciato da un velivolo non identificato in tempo di pace sui cieli italiani.
  • L’obiettivo di tale missile era un MiG23 libico che viaggiava, parzialmente nascosto ai radar, sotto il DC9.

Il resto della ricostruzione e i dettagli degli eventi rappresentati, che in questa versione vedrete solo in parte, si basano su ipotesi verosimili contenute nell’Istruttoria Priore e nella perizia di parte civile Algostino–Pent–Vadacchino del 1999. Esistono altre ipotesi e studi, precedenti e successivi a quelli che abbiamo scelto di utilizzare, di pari dignità e verosimiglianza. Tuttavia, a quasi trentasei anni dall’evento, è difficile stabilire senza ombra di dubbio ogni dettaglio e non è quello che ci proponiamo di fare. Ci teniamo infatti a ribadire che il nostro non è un videogame d’inchiesta, non abbiamo l’obiettivo di scoprire nuove verità o di risolvere i misteri ancora irrisolti legati alla tragedia di Ustica, non tentiamo di produrre una simulazione scientifica a scopo di ricerca e nemmeno vogliamo puntare l’attenzione sul lutto, profondamente privato, di chi in quella tragedia ha perso degli affetti.

Il nostro obiettivo è ‘fare memoria’, far si che l’evento sia scoperto e ricordato da chi non lo conosce, perché la ricerca dei colpevoli non si interrompa.

Nei prossimi giorni inserendo il vostro nome e il vostro indirizzo e-mail nella homepage del nostro sito avrete la possibilità di scaricare e di provare questa prima versione.

Il vostro feedback è importantissimo per noi, commentate il prototipo su Facebook o scrivendo a info@progettoustica.it, risponderemo a tutti e terremo conto di tutte le vostre osservazioni.

Se ritenete che stiamo facendo un buon lavoro e volete aiutarci, sostenete il progetto su https://www.produzionidalbasso.com/project/progetto-ustica-volo-ih-870/

Progetto Ustica: lo stato del prototipo #1

Avviata la raccolta fondi, inauguriamo una serie di aggiornamenti che, periodicamente, racconteranno lo stato del prototipo di Progetto Ustica.
Durante il periodo natalizio abbiamo continuato a lavorare con impegno al prototipo del DC9 che, allo stato attuale, comprende:

  • Il modello del DC9 completamente riprodotto all’esterno e parzialmente ricostruito all’interno. Siamo al lavoro per completare i vani mancanti tra cui la cabina di pilotaggio e i servizi igienici.

POST10_001

POST10_002

  • Una prima versione dei passeggeri, creati seguendo le indicazioni dell’Associazione Parenti delle vittime della strage di Ustica come spiegato in questo post. Siamo al lavoro sulle uniformi del personale di bordo per completare gli ottantuno soggetti presenti sul volo.

POST10_003

POST10_004

  • Valigie ed effetti personali nelle cappelliere, rigorosamente senza sportelli come quelle del DC9 originale, e alcuni oggetti che permetteranno di accedere a nuovi punti di vista sulla vicenda, per ora sistemati casualmente nella cabina del DC9.

POST10_005

POST10_006

  • Lo skybox e una provvisoria configurazione geografica del terreno a fare da sfondo. Siamo al lavoro sulla riproduzione della corretta illuminazione che evolve durante il tragitto del DC9, abbattuto a ridosso delle 21 di una sera di giugno, e sul corretto posizionamento rispetto al terreno in base alla rotta seguita.

POST10_007

POST10_008

  • Una semplice colonna audio che riproduce il rumore dell’aereo in volo e il vociare dei passeggeri al suo interno. Siamo al lavoro per definire meglio questi suoni e per aggiungerne di nuovi a completamento dell’ambiente interno del DC9.
  • Una versione provvisoria dei pulsanti nella parte superiore dell’interfaccia che permetteranno all’utente di cambiare punto di vista fra tutti quelli che ha sbloccato.

Oltre a questo stiamo iniziando a lavorare ad alcuni degli aerei militari coinvolti, partendo dagli F-104 e dai MiG-23.

La rappresentazione delle vittime in Progetto Ustica

Abbiamo ragionato a lungo sulle modalità di rappresentazione delle vittime della strage.

Fra tutte le carte che abbiamo visionato durante la ricerca, l’elenco dei nomi dei settantasette passeggeri e quattro membri dell’equipaggio, è uno dei documenti più potenti e senza dubbio uno strumento efficacissimo per comunicare la portata dell’accaduto.

Non solo, le fotografie dei cadaveri emersi il giorno successivo alla distruzione del DC9 nel mare a largo di Ustica sono immagini spaventose e toccanti, molto simili a quelle che si vedono ancora oggi, di altre, seppur diverse, vittime di guerra. Immagini che è doveroso mostrare o immagini da non usare con troppa leggerezza?

Ecco, capire come trattare questa “materia” non è stato facile. Daria Bonfietti e Andrea Benetti dell’Associazione dei parenti delle vittime della strage di Ustica avevano una posizione in merito, ovvero che dopo tanti anni, forse, rappresentare le vittime con i loro volti, i loro nomi e i loro corpi, non avrebbe dato a Progetto Ustica un valore superiore, anzi, avrebbe rischiato di trasformarlo, così abbiamo interpretato noi, in un incontrollabile strumento retorico.

La scelta è stata allora di rappresentare le vittime come le vedete in questa immagine, impersonali e simboliche, anonime ma al tempo stesso rappresentative, dotate di una voce collettiva comprensibile solo a tratti.